Dare GAS alla regione

ImmagineSulla Benzina Agevolata in questa Regione si è detto tutto e il contrario di tutto, tranne che, al di là di quanto sia costata ai cittadini di questa regione in questi anni, si tratta di una “droga” del mercato dei carburanti che non prevede una qualsiasi strategia di uscita e che in questi anni ha finito per arricchire soltanto le multinazionali petrolifere ( verificate autonomamente sul sito http://www.prezzibenzina.it come lo stesso carburante nella stessa catena differisca di prezzo dai 10 ai 15 centesimi tra Veneto e Friuli).
In tutto questo le code a Vencò, Plesiva, Fernetti non sono mai del tutto cessate.
Nei giorni scorsi la Giunta Serracchiani ha per ora prorogato gli sconti (che costituiscono comunque una partita di giro rispetto alla copartecipazione garantita alle casse regionali), ma è necessario a mio avviso guardare ora un po’ più avanti: pensare a una strategia anche a lungo termine che ci faccia uscire da questa continua necessità di drogare il mercato, una strategia che al contempo ci possa far crescerecome regione e migliorare la qualità della vita.
C’aveva provato, nella scorsa legislatura, Paolo Menis proponendo di utilizzare parte di quei fondi nella direzione dei carburanti alternativi (metano, gpl) e visto che a 3 anni di distanza nulla è cambiato quella ricetta è ancor oggi una buona idea da sviluppare per il neo assessore regionale all’Ambiente Sara Vito.
Gli Incentivi potrebbero variare su più fronti ( dall’acquisto o trasformazione di auto a metano/gpl, ai distributori che si dotino di impianto metano o anche a chi decide di installare una colonnina a metano a casa propria) e il vantaggio economico per i cittadini, per le officina di trasformazione, per la categoria dei rivenditori di carburanti sarebbe immediato. Per non parlare poi del vantaggio per l’ambiente sia per l’utilizzo del metano nelle nostre autovetture e la diminuzione del traffico dovuto al trasporto dei carburanti su e giù per la regione. Rispetto a 3 anni fa il prezzo dei carburanti tradizionali è sempre più alto e la rete dei distributori a gpl e metano è cresciuta in tutta il nord italia tranne che in Friuli Venzia Giulia. Anche le colonnine per fare il pieno di metano direttamente a casa propria sono migliorate tecnologicamente e costano ormai poche migliaia di euro. Speriamo che su questa idea ci possa essere un confronto: le prospettive di realizzare qualcosa di positivo sfruttando un problema di fatto irrisolto da anni nonostante la mole di denaro pubblico spesa fin qui ci sono.

Annunci

Un pensiero su “Dare GAS alla regione

  1. Pingback: [iRRigolare] | Dare Gas alla Regione ver2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...