Il “Tea Party” tiene in ostaggio il bilancio USA

La situazione di stallo all’interno del Congresso USA sembra lungi dall’essere risolta :  le amministrazioni locali, i musei e i parchi nazionali sono chiusi, la Casa Bianca funziona a ranghi ridotti e soltanto i servizi essenziali sono assicurati, ma dopo tutto è già successo in passato.
Se la  situaizone di stallo dovesse protrarsi altri quindici giorni allora le cose potrebbero davvero mettersi male: entro il 17 Ottobre il Congresso dovrà trovare un accordo per votare l’innalzamento del tetto del debito, attualmente attorno ai 17.000 miliardi di dollari. Se un accordo non venisse rovato sul Debito e sul Budget dello stato a quel punto l’America si troverebbe sostanzialmente in stato di fallimento.

teapartypatriotslogoLe ragioni di questa condizione stanno sopratutto all’interno del Partito Repubblicano, che può contare sulla maggioranza alla Camera, che è ormai ostaggio della sua ala destra, il Tea Party, una corrente visceralmente ostile allo stato, alle tasse e soprattutto a qualsiasi forma di protezione sociale, che considera come una assistenzialismo a spese dei contribuenti. Per il Tea Party la lotta contro l’assistenza sociale è una sorta di guerra santa. Rifiutandosi di approvare il bilancio e bloccando lo stato, i deputati del movimento vogliono costringere Barack Obama a rinunciare alla riforma del sistema sanitario, cavallo di battaglia del presidente.
In questa condizione il Tea Party si trova in una posizione di forza e grande visibilità che vorrebbe sfruttare alle primarie del Partito Repubblicano.
Staremo a vedere come andrà a finire. In bocca al lupo Barack!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...