Così i Comuni guidano la Crescita, a Moruzzo una best practice

Significativo questo articolo che parla di come i comuni Friulani, hanno cercato con le poche risorse a disposizione di superare i divari digitali. E Moruzzo viene citato tra le esperienze positive. E’ un riconoscimento che mi onora, ma come sapete, siamo già orientati per il prossimo obiettivo : a presto.

Riceviamo e pubblichiamo, tratto da Messaggero Veneto

“Così i Comuni guidano la Crescita” di MAURA DELLE CASE In Friuli Venezia Giulia, il giro di vite (in positivo) è atteso per il prossimo anno. Parola di Sergio Brischi, presidente di Insiel, che recentemente, dalle colonne del Messaggero Veneto, ha indicato nel 2014 l’anno della svolta. Avviato nel 2005, il progetto Ermes per la fibra ottica dovrebbe infatti essere portato a termine l’anno venturo con la posa degli ultimi 297 chilometri di cavo a 144 fibre. Completerà i 962 chilometri già realizzati e i 376 in fase di esecuzione, per un totale di 1.635 chilometri complessivi. Resta da sciogliere il nodo gestionale. Molta parte della fibra posata è oggi “off”, in attesa di essere affidata in gestione a operatori privati passando – questo il progetto di Insiel – non da una gara, ma da un listino prezzi in base al quale la Regione mette a disposizione le tratte di fibra. Ue permettendo. In nove anni, i Comuni non sono stati a guardare. Molti hanno dato vita a iniziative eccellenti. Una su tutte è il Di.te.di presieduto da Pezzetta. Distretto nato sulla scorta dell’esigenza di dotare un territorio, quello di Tavagnacco, Udine e Reana del Rojale, e in particolare le zone industriali che vi insistono, del collegamento alla fibra ottica. «Nel 2003 a Tavagnacco disponevamo solo della connessione 56K – ricorda Pezzetta –, abbiamo cercato di dare una prima risposta con il wi-fi (2007), ma presto ci siamo resi conto che era insufficiente per le imprese e con costi molto contenuti abbiamo realizzato tre anelli di fibra ottica». Oggi la fibra collega i tre comuni e in particolare le zone industriali garantendo la connettività a un massimo di 600 imprese. Il distretto segue circa un 100inaio di aziende in Friuli Venezia Giulia e grazie al suo knowledge center, un concentrato di tecnologia al top, lavora per l’alfabetizzazione digitale. A proposito delle iniziative figlie dei Comuni, restando a Tavagnacco nelle piazze del paese ci si può connettere gratuitamente al wi-fi per un’ora al giorno, mentre sul sito del Comune si può accedere a tutta una serie di servizi di ultima generazione, compreso uno “stradario” da far competizione a Google maps, con tanto di mappe catastali. Recentemente si è mosso anche il Comune di Moruzzo, che in piazza ha attivato a sua volta il wi-fi, mentre vi sono altri paesi, senza andar troppo lontano si pensi a Mereto di Tomba, per i quali Pezzetta denuncia l’“isolamento perfetto”: «Dati dai cellulari – spiega – si riescono a spedire solo sotto l’antenna, non c’è collegamento alla banda larga, il wi-fi non è mai arrivato». Di strada da compiere per superare in regione una digitalizzazione ancora abbondantemente a macchia d’olio ce n’è molta, ma il problema non è solo infrastrutturale. Il presidente di Di.te.Di sottolinea anche la necessità di superare il digital divide culturale. «Molti cittadini non hanno la percezione di questo gap, come non ce l’abbiano molte imprese». Sarà necessario premere sulla leva della consapevolezza. A partire dalle giovani generazioni. Dai banchi di scuola. Dall’abc informatico. Ancora una volta Tavagnacco insegna: tutte le scuole siano già collegate alla banda larga. Infanzia compresa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...