SPD – Consultare gli Iscritti: un successo

Nel documento programmatico per il Congresso del Partito Democratico 2013 avevamo posto, con Pippo Civati, il tema delle Consultazioni degli iscritti per decidere su temi di carattere generale e sulle scelte politiche più importanti, e nella presentazione del Comitato di Udine avevamo preso proprio ad esempio quanto stava succedendo in germania con l’ SPD. Qualche giorno fa i risultati.

Il 78% degli iscritti alla Spd ha partecipato al referendum interno e il 76% dei voti si è espresso a favore dell’accordo di governo con i cristiano democratici di Angela Merkel.

Gli iscritti alla Spd sono circa 475 mila e di questi hanno votato per posta 370 mila (78%). Tra i voti validi (337564), il 76%  (256643) ha votato sì alla cosiddetta “grand coalition” e il 24%(80921) ha votato no. Circa 32 mila schede sono risultate nulle.

Il leader della Spd tedesca, Sigmar Gabriel, artefice del referendum nella base socialdemocratica chiusosi oggi con un nettissimo “sì” al governo di grande coalizione, ha detto che questo «giorno entrerà nella storia della democrazia in Germania». «Sono sicuro che questo voto fisserà dei nuovi standard» non solo per la Spd ma per tutti i partiti», ha osservato in un discorso a margine dell’annuncio dell’esito della consultazione. «È una festa della democrazia interna», ha detto davanti a centinaia di simpatizzanti. Gabriel ha ringraziato anche quel 24% circa che ha votato contro: nei prossimi 4 anni – ha tuttavia concluso – il partito si adopererà per dimostrare che aveva ragione l’altro 78%, quello che ha votato sìSPD leader Gabriel, parliamentary floor leader Steinmeierand and SPD Secretary General Nahles arrive to announce result of member vote for "grand coalition" in Berlin

Il Grande successo della consultazione tedesca dimostra la bontà del tema posto da Civati: consultare la base dopo le elezioni non favorisce solo gli iscritti ed elettori (hanno modo di influenzare le decisioni di partito), ma anche i leader (possono spiegare alla base ragioni e bontà delle decisioni; Gabriel è “l’eroe del giorno” pur avendo perso le elezioni), e perfino gli eletti (non rimangono “succubi delle dinamiche di potere”).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...