Dimissioni e paradossi

Alcuni di voi mi hanno chiesto chiarimenti sulle Dimissioni da Consigliere Comunale che ho presentato alcuni giorni fa ed ho ritenuto che fosse giusto parlarvene qui, a viso aperto, come ho sempre fatto.
In realtà mi è venuto in mente un paradosso lessicale su quanto le parole “dimissioni” e “dismissioni” tavolta portino con se dei significati profondamente diversi, come in questo caso.
Le mie “dimissioni” non sono la volontà di “dismettere” il mio impegno nei confronti della Comunità che mi ha votato, ma anzi, al contrario, di rafforzarlo ulteriormente cercando di concentrare tutto il tempo a disposizione a realizzare la buona parte del programma che ci ha consentito poche settimane fa di vincere nuovamente le Elezioni Comunali. Dimettermi significa ora anche rafforzare il consiglio comunale, facendo entrare in consiglio una persona che sicuramente potrà portare un contributo competente e  qualificato nelle scelte che affronteremo i prossimi 5 anni.

Poi magari un giorno mi piacerebbe scrivere anche delle dismissioni, tipo questa, di un paese (il nostro) che si sta trasformando e riconvertendo ad un economia differente a quella che eramo abituati a conoscere, senza che la politica abbia purtroppo previsto diversi percorsi per le  nuove opportunità che oggi si aprono.  Ma questa è un altra storia.

 

Di seguito la lettera dellle mie dimissioni.

dimissioni

 

Annunci

2 pensieri su “Dimissioni e paradossi

  1. Mi ero preoccupato, comunque mi pare una bella cosa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...