Imu Agricola : nuovi termini e criteri

Il Consiglio dei ministri di venerdì 23 gennaio ha risolto il problema dell’Imu agricola per la montagna , fissando nuovi criteri altimetrici per il pagamento con esenzione totale per 3456 comuni (prima erano 1498) e parziale per 655 comuni. Rimangono con il cerino in mano invece i comuni collinari, tra cui anche Moruzzo.

In particolare :

<< totalmente montani>>

Nella colonna “montani” se a fianco del proprio comune risulta la lettera “T” (totalmente montano) il terreno è esente da imposta municipale sia per il 2014 che in futuro. In questi territori sono rilevanti ai fini dell’Imu solo le aree edificabili possedute da soggetti diversi dai coltivatori diretti od imprenditori agricoli professionali (Iap), ma per queste superfici non ci sono novità ed erano già soggette ad imposta anche in passato.

<< parzialmente montani>>

Se il comune nell’elenco Istat è contrassegnato dalla sigla “P” (parzialmente montano) l’Imu è dovuta dai proprietari che non sono in possesso della qualifica di coltivatore diretto o di imprenditore agricolo professionale. In caso di comproprietà del terreno tra più persone di cui alcuni con la qualifica professionale predetta ed altri che svolgono un’altra attività, l’imposta municipale dovrà essere corrisposta soltanto da questi ultimi per la percentuale di possesso.

Nei territori parzialmente montani i proprietari Coldiretti ed Iap non pagano mai l’imposta municipale qualora conducano direttamente il fondo o lo lasciano incolto. Per effetto della norma di maggior favore prevista nel decreto legge, i predetti soggetti non pagano l’imposta nemmeno se i loro terreni li hanno concessi in affitto ad altri coltivatore diretti o Iap in base alla specifica norma contenuta nel Dm 28 novembre 2014 (ipotesi non frequente), richiamato dal Dl 4/2015.

<< non montani>>

Invece i terreni situati nei comuni contraddistinti nei comuni con le lettere “NM” (non montani) l’imposta municipale deve esser versata peril 2014 entro il prossimo 10 febbraio.

Sono molti i comuni che nell’attuale elenco Istat sono considerati di pianura e quindi soggetti ad Imu, mentre nel precedente elenco adottato con la circolare ministeriale n. 9/1993 che ha governato l’esenzione dalle imposte comunali per venti anni, erano considerati esenti dall’imposta. Pertanto specialmente per i terreni di collina, i proprietari devono verificare nell’elenco Istat la posizione del comune in cui possiedono i terreni per verificare se abbiano perduto l’esenzione.

2015-01-27 08_42_51-elenco-comuni-italianielenco completo comuni italiani con classificazione Montano , non Montano e parzialmente montano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...