Incentivare chi differenzia, Punire chi abbandona.

Oggi è uscito un trafiletto su Messaggero Veneto, visto e considerato che è stato tagliato in lungo e in largo vi propongo la versione completa.
Messaggero_13_07_2016
Incentivare chi differenzia, Punire chi abbandona.
L’amministrazione in questi anni ha sempre tenuto in costante monitoraggio il tema della raccolta rifiuti con l’obiettivo di dare un servizio efficiente ai cittadini e con costi contenuti, riuscendo anche in presenza di un aumento complessivo dei rifiuti raccolti ed a una normativa ambientale sempre più stringente a mantenere inalterato il costo del servizio rifiuti.
Negli ultimi mesi però complice anche il passaggio al “porta a porta integrale” di alcuni comuni limitrofi sono aumentati i conferimenti di rifiuti indifferenziati dentro e fuori dai cassonetti. E’ partita già a Giugno una campagna informativa e di sensibilizzazione verso i cittadini nonchè una maggiore attenzione da parte del servizio di Vigilanza sulle piazzole di sversamento, attuata anche per mezzo di telecamere fisse e mobili che nel 2016 han portato a un raddoppio delle sanzioni elevate a carico dei furbetti dei rifiuti.
Noi ce la mettiamo tutta, ma l’inciviltà di alcuni continua a essere tanta: e’ una battaglia difficile però se manca la collaborazione di tutti è come lottare contro i mulini a vento. D’altra parte  -va detto- che purtroppo nella sanzione rischia di finirci dentro chi ha sbagliato una volta sola come chi lo fa di proposito tutti i giorn.La somma dei diversi fattori dà infatti risultati contrastanti: se da un lato la raccolta del rifiuto secco continua a migliorare il rifiuto differenziato ha una percentuale di scarto sempre maggiore.
Un secondo pacchetto di misure per migliorare ancora di più la fase di raccolta differenziata e incentivare i cittadini ad una maggior attenzione partirà nelle prossime settimane: in primis – grazie al gestore e ad un autocompattattore più piccolo abbiamo ridotto al minimo il numero di strade troppo strette in cui in precedenza non veniva erogato il porta a porta per il secco residuo ed in secondo luogo, chiederò al consiglio comunale, di implementare il regolamento di Polizia Urbana per la parte sui rifiuti abbandonati e di aumentare il valore delle sanzioni previste per i trasgressori.
E’ evidente a tutti che se queste misure non funzioneranno siamo pronti a dotarci di ulteriori provvedimenti e strumenti (anche in relazione alla nuova legge regionale n°5 del 2016 che istituisce l’ autority regionale su acqua e rifiuti), per tutelare i cittadini di Moruzzo che differenziano bene e con scrupolo e che meriterebbero un abbassamento della tariffa. Siamo pronti ad ascoltare ed accogliere ogni suggerimento che possa arrivare dai cittadini.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...