Banda Larga. A Moruzzo Tornano gli Incentivi

Mi piaceva il tema degli spingitori di banda larga:  spingitori, perchè dopo i tanti proclami bisogna passare ai fatti concreti. Stimolando il privato a darsi da fare, stimolando i cittadini a dotarsi di un infrastruttura, come una connessione a internet in banda larga, che davvero può segnare o meno la capacità di una generazione di stare al passo con il resto d’europa.

Tornano allora  anche quest’anno, dopo che già nel 2010 avevamo avviato una prima fase, i contributi per coloro che attivano un abbonamento a internet. Questa volta però sono per tutti, famiglie e singoli. Unico vincolo è il reddito.  Ricordo ai cittadini di Moruzzo che sul sito del Comune sono elencati tutti gli operatori che forniscono il servizio a moruzzo e con i quali si può collegarsi a internet usufruendo dell’incentivo.

Di seguito il comunicato inviato alla stampa.

L’amministrazione Comunale di Moruzzo continua a ritenere doveroso porsi coma parte attiva nel superamento del Digital Divide che interessa gli abitanti del nostro territorio in maniera  significativa.
Superare il Digital Divide  peraltro non significa soltanto mettere tutti in grado di accedere a internet ma anche di utilizzarlo correttamente, promuovendo la conoscenza di questo importare strumento oggi che le aziende e la pubblica amministrazione iniziano ad erogare i loro servizi anche online.
Una prospettiva, questa, che ha dei risvolti sociali ed economici, dal momento che al giorno d’oggi l’utilizzo base di un Personal Computer e della rete è richiesto quasi in tutti i luoghi di lavoro.
Per questo motivo abbiamo deciso di stanziare un fondo mettendo a disposizione di famiglie e singoli un benefit di 100€ per coloro che sottoscriveranno ( o hanno già  sottoscritto a partire dal 01 gennaio 2014) un abbonamento per la connessione a Internet in Banda Larga.
I requisiti per presentare la domanda, entro e non oltre il 21 Novembre,  sono la residenza nel Comune ed il possesso della Carta Famiglia oppure un ISEE entro i 30.000€ per i singoli.
Un occasione anche per gli operatori che offrono contratti di navigazione in internet di  migliorare la copertura dei servizi sul territorio e di far conoscere le loro offerte ai cittadini.

Per  tutte le info sul bando o sugli operatori che fornisco il servizio, visitare il sito www.comune.moruzzo.ud.it oppure contattare l’ ufficio Assistenza del Comune di Moruzzo.

Dimenticavo. Stavolta ho fatto anche l’infografica. Che ve ne pare?

 

infografica_cittadini_2014_bando_banda

Download: [lettera di presentazione] [bando comunale] [modello per la domanda]

 

Un grazie a chi ne sta parlando sulla carta stampata e non. Perchè quando si parla di banda Larga la prima cosa da fare è informare, parlarne e discuterne. E’ l’unica maniera per immaginare una luce in fondo a un tunnel.

Udine 20 : http://www.udine20.it/incentivi-per-la-banda-larga-nel-comune-di-moruzzo/La vita Cattolica : http://www.lavitacattolica.it/stories/cronaca/6415_banda_larga_100_euro_dal_comune_a_chi_si_collega

Annunci

Ventennale di Attività per l’Università delle Età Libere di Moruzzo

Vent’ Anni di attività per l’Univers2014-09-18 09_28_18-Mozilla Firefoxità delle Età Libere di Moruzzo.
Quest’anno lo celelbreremo con una piccola serata di Augurio, che questa realtà possa continuare a essere presente per vent’anni ancora e poi ancora ancora ancora .. A fianco l’articolo del Messaggero Veneto.

 

Link: www.vivimoruzzo.it/universita-delleta-libera/

I corsi 2014/2015 :  Programma_Corsi_2014-15

Acquedotto Nuovo per Moruzzo nel 2014

3829857162_5bd57b6329_bMoruzzo: Ne avevam parlato diverse volte, e la risoluzione dei problemi sull’acquedotto era tra le nostre priorità.

Ora 80 famiglie potranno godere di un nuovo anello in pressione e potranno togliere l’autoclave (quanto ci costava) e dimenticarsi i vecchi problemi di pressione che perduravano nei mesi estivi.

Era ora.

cafc

 

 

 

Moruzzo: Pirrò si ricandida per proseguire il percorso intrapreso

2014-03-24 10_11_49-Pirrò_ mi ricandido e con me ci sono tanti degli uscenti - Messaggero Venet Questo l’articolo uscito su Messaggero Veneto la settimana scorsa. Mi piace, dopo 5 anni di amministraizone sottolineare tre cose che a mio parere hanno segnato il passo rispetto alle amministraizoni precedenti e che mi hanno convinto, a chiedere, come tanti altri, a Roberto Pirrò di continuare a guidare la nostra Comunità.

La prima: lo stile di amministraizone, uno stile nuovo che ha rimesso il cittadino e i suoi bisogni al centro dell’attività amministrativa. Una giunta capace sopratutto di ascoltare, prima di decidere.

La seconda: la proattività, in un momento di crisi economica è stata davvero significativa. tante iniziative in ambito culturale, sociale, sanitario ed ambientale. Gli spazi del comune sono tornati ad essere aperti e vivi, espressioni di una comunità che riscopre il piacere di condividere ed incontrarsi.

La terza: la trasparenza e la partecipazione, attuate utilizzando il denaro pubblico con parsimonia, ricordando che in un momento storico come questo non si può gestire con faciloneria i soldi della collettività, motivo per cui in 5 anni di giunta Pirrò non è stato erogato 1 solo euro di rimborsi spese. Amministrare deve  essere un servizio che si fa alla collettività non un occasione per arricchirsi (e nel dubbio e meglio rimetterci). La partecipazione -necessaria direi- visto che il panorama delle imposte locali è cambiato repentinamente in questi anni e visto anche che le ristrettezze dei bilanci ci hanno portato a fare delle scelte, che altrimenti non avrebbero potuto essere capite.

Il 25 Maggio ci saranno le elezioni amministrative. Mi auguro una campagna elettorale serena, ricca di proposte positive per la nostra comunità e sopratutto corretta. Alcune magari, passeranno anche da questo blog.
Ho molta stima, lo dico sin da subito, verso chi si candida e si candiderà ad amministrare il nostro comune: è un compito non facile e spesso sono più le delusioni e i problemi da risolvere che le soddisfazioni, ma la cosa che più mi piacerebbe vedere sono i giovani, quelli che oggi sono nella generezaione degli enta  e degli enti, che abbiamo la voglia e la forza di prendersi sulle spalle, ognuno di noi, la responsabilità e la voglia di portare avanti un progetto di una comunità forte e coesa come quella di Moruzzo e frazioni è sempre stata.