un progetto di riconversione per l’area ex Fornace

Riporto qui l’articolo apparso oggi su Messaggero Veneto circa la zona dell’ex fornace e l’incontro avuto con l’Assessore regionale all’ambiente circa la situazione e alcune idee che abbiamo in testa per tentare di dare una svolta alla situazione, stazionaria da troppi anni.
«L’area dell’ex fornace è abbandonata»
Moruzzo: l’assessore alle Infrastrutture segnala alla Regione il degrado in cui versa la zona industriale

Lo stato di abbandono dell’area industriale a nord di Moruzzo, in particolare quella della ex fornace, preoccupa il Comune. Per questo motivo, l’assessore alle Infrastrutture Enrico Di Stefano ha voluto portare all’attenzione della Regione il problema: la zona, da sempre sotto osservazione degli amministratori, dell’Arpa e dell’Azienda sanitaria anche in ottica di prevenzione e controllo, vista la presenza nell’area di pannelli in copertura di eternit è oggi in condizioni di degrado e necessita di interventi.
«L’assessore regionale all’ambiente, Sara Vito, ci ha garantito pieno supporto ricordando anche l’impegno della Regione sul tema delle bonifiche ambientali – spiega Di Stefano –. Dopo aver esaminato le problematiche dal punto di vista ambientale, la nostra intenzione è quella di valo- rizzare l’area tramite opere di recupero e riconversione».2015-11-08 16_45_48-nz_all-9938109d30d9bfea91ba6d3f71fe201f-13.pdf (SECURED) - Adobe Acrobat Pro
La zona industriale a cui si fa riferimento comprende una falegnameria, perfettamente attiva, e  un’altra fabbrica, l’ex fornace appunto, che è ormai ferma da decenni. Inizialmente uti lizzata come deposito, è poi stata acquistata da nuovi proprie- tari, che però non l’hanno sfruttata a dovere.
Lo spazio in cui si trovano i capannoni abbandonati, secondo Di Stefano, è situato in una posizione favorevole, non mo to distante da abitazioni e dal polo
sportivo del tennis, ragione in più per puntare al suo tota- le recupero. «Negli anni c’è stato un progressivo degradamento che non ha ancora trovato soluzione – aggiunge l’assessore –  Vogliamo, come amministrazione comunale, un incontro con tutte le parti, compresi i privati proprietari, per capire quali sono le loro intenzioni e il percorso portare avanti». I punti di domanda su questa realtà sono ancora molti, ma il Comune di Moruzzo  non  intende restare a guardare.

Anche RSN NEWS ne ha parlato [Link]

Annunci