Pubblicato il bando per l’utilizzo della fibra ottica per l’ADSL

E’ stato pubblicato da pochi giorni dalla Regione FVG il bando regionale per la cessione della fibra ottica agli operatori privati. Il bando consentirà finalmente agli operatori privati di telcomunicazioni di portare l’adsl e altri servizi sul nostro territorio in maniera da aumentare la disponibilita di connettivita per cittadini ed imprese, non solo per Moruzzo ma anche peraltri comuni della Collinare
www.regione.fvg.it/rafvg/cms/RAFVG/MODULI/…/1_OEO-1601_AVVISO.pdf
Moruzzo (UD) – E’ stato pubblicato da pochi giorni dalla Regione FVG il bando regionale per la cessione della fibra ottica agli operatori privati. Il bando – fa sapere l’Assessore all’ Innovazione del Comune di Moruzzo Enrico Di Stefano – consentirà finalmente agli operatori privati di telcomunicazioni di portare l’adsl e altri servizisul nostro territorio in maniera da aumentare la disponibilita di connettivita per cittadini ed imprese, non solo per Moruzzo ma anche peraltri comuni della Collinare e della montagna Friulana, un risultato di cui andare fieri e per il quale va ringraziato l’ Assessorato alle infrastrutture ed Insiel. Adesso, abbiamo bisogno di tempi certi e contingentati, in modo da poter arrivare entro 12 mesi alla prima attivazione.
Nel frattempo – continua l’ Assessore – aspettiamo di conoscere modalitae tempi del programma Banda Ultra Larga promosso dal ministero dello sviluppo economico e dalla conferenza delle regioni che sarasicuramente il passo successivo.
untitled
Le altre tratte/comuni coinvolti sono:
– “Udine-Pordenone, Udine –Tarvisio”: Moggio Udinese, Resiutta, Dogna, Pontebba, Malborghetto Valbruna, Tarvisio
– “Travesio-Venzone” : Clauzetto, Forgaria nel Friuli, Vito d’Asio, Osoppo, Gemona del Friuli, Venzone, Bordano, Trasaghis
– “Aree Montane e Pedemontane” : Lauco, Verzegnis, Resia, Majano, Colloredo di Monte Albano, Treppo Grande, Magnano in Riviera, Montenars, Taipana, Lusevera, Stregna, Drenchia, Grimacco, Moruzzo, Martignacco
– “Piste Ciclabili” : Amaro, Cavazzo Carnico, Tolmezzo, Arta Terme, Zuglio, Ovaro
– “Villa Santina-Forni di Sopra” : Villa Santina, Enemonzo, Preone, Socchieve, Ampezzo, Forni di Sotto, Forni di Sopra – “Carnia” : Sauris, Comeglians, Rigolato, Forni Avoltri, Ravascletto, Sutrio, Cercivento, Paluzza, Treppo Carnico, Ligosullo, Paularo
– “PSR-Aree Rurali”: centrali telefoniche di Alesso, Cave del Predil, Sella Nevea, Fusine, Drenchia, Stregna

tratto da infomazione.it
Annunci

Banda Larga. Enel cala l’asso ma è tutto oro quel che luccica?

Ecco, secondo me no. Fermo restante la soddisfazione per la notizia di Enel che entra ne mercato della rete di trasporto per la banda larga e per lo sblocco de facto della fibra ottica aerea che faciliterà poi lo sviluppo della rete per la banda ultra-larga superando il problema dell’ ultimo miglio.
Ma questa è anche una notizia bomba che rischia di mettere a repentaglio le gare per la BUL depotenziando la competitizione tra i diversi operatori in quanto Enel con la nuova società si troverebbe di fatto in una situazione di estremo vantaggio competitivo, il che non sembre corrisponde ad una diminuzione di costi per le gare cipe.
Ma torneremo a ragionarci su, promesso!

Conclusi i lavori per la fibra ottica, presto l’attivazione

Riporto qui l’articolo uscito su Messaggero Veneto circa l’attivazione della Fibra ottica.

Adesso dobbiamo fare si che questo importante investimento possa andare a vantaggio anche dei cittadini.

 

tratto da Messagg2015-10-30 16_05_32-nz_all-9938109d30d9bfea91ba6d3f71fe201f(48)ero Veneto del 30/10/2015

Moruzzo: Conclusi i lavori per la fibra ottica, presto l’attivazione

Moruzzo si dimostra comune all’avanguardia dal punto di vista delle infrastrutture tecnologiche. Si sono infatti conclusi
dapoco i lavori per l’attivazione della fibra ottica, cominciati nel 2013. La rete di “cavi” che garantisce telecomunicazioni anche su grandi distanze e la fornitura di accessi di rete hatoccato alcuni edifici del paese: le scuole primarie e dell’infanzia, la sede della protezione civile, il palazzo comunale e l’ambulatorio medico. «Quest’ultimo è stato reso funzionante lo scorso venerdì – spiega l’assessore all’innovazione Enrico Di Stefano – Grazie alla fibra ottica abbiamo potuto sperimentare sia lo strumento delle ricette elettroniche sia altri servizi innovativi di condivisione degli esami medici».L’auspicio da parte dell’amministrazione è che la fibra ottica sia attivata in fretta (si parla di fine novembre) anche tutte le altre sedi, ma soprattutto che «questa infrastruttura sia messa presto a disposizione di tutti i cittadini mediante la concessione agli operatori della comunicazione della fibra ottica “eccedente”». (m.t.)

 

il giorno dopo ERMES

Al solito Alessandro di Giusto è un furbacchione, perchè fa le domande più difficili senza nemmeno proporti la possibilità di una “busta B”. Ma  non lo biasimo, sia chiaro, fa il suo lavoro da giornalista e vuole davvero spiegare come stanno le cose ai lettori de Il Friuli.

Quindi ….. una volta completato il programma ERMES finisce il Digital Divide?

Beh,si,beh,buh,non so,forse. In realtà la risposta è no

La risposta è “no” perchè mancano un sacco di cose da fare ( tipo digitalizzare tutte le centrali di telefonia che oggi non hanno ADSL) ma anche perchè una volta arrivati ad aver l’ADSL nel 100% delle centrali di telefonia ci saranno ancora degli utenti non collegati ( ad esempio quelli che non hanno una linea telefonica fino a casa oppure quelli che abitano oltre i 3 km dalla centrale). Certo, bisogna anche ammettere che la Regione FVG da un anno e mezzo ci sta lavorando parecchio su, e mi piace pensare che sul tema del Digitale, la governatrice Serracchiani ci creda molto.

In tutto questo internet sta cambiando velocemente, oggi si parla di Cloud Computing, Internet of Things, ecc tutte tecnologie che richiedono capacità di banda non indifferenti e per le quali del normali adsl per così come le conosciamo oggi non basteranno più e difatti nelle nelle gradi città si parla ormai con sempre più insistenza di FTTCab e VADSL2 ovvero portando la fibra fino all’armadio di quartiere (circa 300 metri dall’utente finale).

Infine c’è un gran lavoro sulle Competenze Digitali, perchè oggi usare un computer viene richiesto per tutti i mestieri, non solo quelli dell’ambito informatico.

Per chi se lo fosse perso, l’articolo di Alessandro come al solito puntuale e incisivo

http://www.ilfriuli.it/articolo/Tendenze/La_Fibra_ottica_aiuta,_ma_non_pu%C3%B2_bastare/13/136891

Banda larga: E se avessimo semplicemente perso 6 anni?

E’ di pochi giorni fa la notizia della pubblicazione sul sito di Insiel del bando per la concessione della fibra ottica agli operatori di Telecomunicazioni. Una notizia attesa, da almeno 6 anni, quando la Giunta Regionale blocco un accordo simile già scritto e firmato.

Ai tempi ci si chiedeva quali erano i vantaggi per la collettività a stringere un accordo del genere senza gara, oggi ne vediamo semplicemente gli effetti del non averlo fatto.

E probabilmente, questi 6 anni persi, ci costano molto di più che quell’accordo un po’ maldestro senza gara.